Letteratura giapponese

In collaborazione con la Biblioteca Ubik; l’associazione Kokoro vi propone la seguente lettura:

“Nel cuore di Yamato” scritto da Aki Shimazaki

Cinque vite raccontate in prima persona dai protagonisti. Cinque vicende che a volte si intrecciano, a volte si sfiorano appena. Cinque storie che parlano d’amore, in tutte le sue forme, di rivalsa, di sacrifici, di sentimenti contrastanti e di dolorosi segreti, narrate con una delicatezza poetica che non si perde in sentimentalismi. Sullo sfondo, la storia del Giappone: la guerra, l’economia, la cultura, il ferreo rispetto delle regole. Aki Shimazaki ci invita nelle case dei suoi personaggi in punta di piedi, per assaporare il quotidiano di diverse epoche (descrivendo la cerimonia del tè, gli haiku, le canzoni e il sistema scolastico) ed entrare nel cuore del Giappone, anticamente chiamato Yamato.

“Vivere e scoprire il Giappone” scritto da Yutaka Yazawa

Nel Giappone attuale le antiche tradizioni, come praticare l’arte del “bagno di foresta” – shinrin-yoku -o contemplare l’imperfezione attraverso l’estetica del wabi-sabi, convivono accanto a usanze ultramoderne e all‘utilizzo delle tecnologie più avanzate. Yutaka Yazawa delinea il ritratto di un paese affascinante e ricco di contraddizioni, facendoci scoprire il meglio dell’arte, della cucina, della filosofia e dello stile di vita giapponesi. Da un lato Tokyo, la madre di tutte le megalopoli, dall’altro un territorio montagnoso ricoperto per due terzi da foreste, a sottolineare come il rispetto e la celebrazione della natura siano ancora centrali nella cultura nipponica. Dai film di Miyazaki alla vita agreste, dalla cerimonia del tè allo shintoismo, andiamo alla ricerca del nostro equilibrio zen, scopriamo la gioia dell’ikigai e soffermiamoci a comprendere ciò che rende unico il paese del Sol Levante.

“Giappone. Il ricettario” scritto da Nancy Singleton Hachisu
 
“I piatti tipici della cucina giapponese riscuotono ovunque un grande successo. Finalmente, grazie a questa straordinaria opera dell’acclamata scrittrice Nancy Singleton Hachisu, le specialità regionali e le preparazioni tradizionali dell’intero Arcipelago sono accessibili a tutti coloro che amano cucinare a casa propria. Attraverso le 400 ricette raccolte in questo volume, divise per portata in 15 capitoli, viene esplorata la cultura gastronomica di ogni area del Paese con zuppe, spaghetti, piatti unici, dessert e molte ricette a base di verdure. E, infine, un capitolo dedicato agli chef annovera menu di famosi cuochi giapponesi che lavorano in tutto il mondo.”

“Io sono un gatto” scritto da Natsume Sōseki

La quotidianità del primo Novecento giapponese raccontata in prima persona da un osservatore d’eccezione: il gatto senza nome del professor Kushami che, con sguardo attento e scettico, si aggira per casa ascoltando gli umani filosofeggiare e riportando impressioni e giudizi sulle loro assurde abitudini. («Visto però che non è lecito recintare e vendere l’aria, perché allora dovremmo considerare legittima la proprietà della terra?»). Un concentrato di tenerezza felina e cinico sarcasmo in un grande classico della letteratura giapponese moderna. Impossibile non affezionarsi.
«Ho ascoltato senza battere ciglio le storie che questi tre uomini hanno raccontato uno dopo l’altro, senza trovarle né divertenti né tristi. Ho soltanto pensato che gli esseri umani parlano a vanvera per far passare il tempo, ridono di ciò che non fa ridere, considerano spassoso ciò che non lo è. Non sanno fare altro». 

“L’arte giapponese della pittura a inchistro, ed Nuinui” scritto da Shozo Koike Sumie
 
“Il maestro giapponese Shozo Koike svela tutti i segreti del sumie e insegna a dipingere, passaggio per passaggio, 18 soggetti tradizionali. Ogni modello è corredato da fotografie e da un video accessibile tramite QR Code. Il sumie è una forma d’arte che rappresenta la natura in tutta la sua spontaneità attraverso l’uso di inchiostro, acqua e carta, senza alcun disegno preparatorio. Il pennello è lo strumento che permette di portare sulla carta il sumi (inchiostro nero) nelle sue diverse gradazioni, l’acqua quello che consente di diluirlo per creare sfumature di varia intensità. Questo è il mondo del bianco-nero, ma anche il territorio della tonalità di grigio, in grado di restituire sulla carta le stesse sensazioni che danno i colori.

“Un’estate con la Strega dell’Ovest” scritto da Kaho Nashiki

La Strega dell’Ovest era morta. Così inizia il romanzo giapponese che ha folgorato milioni di lettori. La vita della giovane Mai viene sconvolta dalla notizia della morte della nonna, nella cui casa di campagna aveva trascorso un’estate qualche anno prima. Mai, ragazzina sensibile, scossa dalle problematiche adolescenziali e dalla lontananza del papà, vi si era rifugiata per ritrovare la serenità interiore. La nonna le aveva insegnato a cavarsela da sola. Ad occuparsi della casa, dell’orto, delle galline, a riconoscere i fiori e le piante, a preparare la marmellata e a rispettare anche chi non le piace. Ma le esperienze più importanti per Mai erano state la scoperta di discendere da una famiglia di streghe e l’inizio del suo addestramento: allenare la forza di volontà, ascoltare il proprio istinto e imparare a prendere le decisioni da sola. Riuscirà Mai a superare le difficoltà, a scuola come nella vita, ricordandosi sempre che “una brava strega non si fa turbare da ciò che accade intorno”? Un racconto delicato ed emozionante, una storia di formazione, di sentimenti e di nostalgia che vi coinvolgerà dalla prima all’ultima pagina.

“Giappone. Viaggio fotografico” scritto da EDT
 
“Una meravigliosa collezione di fotografie per viaggiare nei luoghi più belli del Giappone. Passeggiare sotto i ciliegi in fiore nei giardini di Tokyo, fare il bagno insieme ai macachi nelle sorgenti calde, scoprire il lavoro dietro le quinte degli chef più prestigiosi alle prese con i loro scenografici capolavori. E ancora, osservare la danza delle gru tra i fiocchi di neve, a Hokkaido, immergersi nella folla sulle strade illuminate a giorno, nelle metropoli più avveniristiche del mondo, e infine trovare la pace tra silenziosi boschetti di bambù e laghi vulcanici. Lasciatevi trasportare dalle immagini più suggestive che abbiate mai visto, e partite alla scoperta del paese del Sol Levante.

“Giappone. La vita in Zen” scritto da Gavin Blair

“Se il Giappone può apparire da fuori come un impenetrabile ma seducente mistero, questo si deve in larga misura ai suoi ottocento anni di zen. Sebbene le radici di questa dottrina, e della pratica che ne è scaturita, affondino nell’humus indiano e cinese, è in Giappone che lo zen ha trovato il suo più compiuto affinamento e ha potuto esercitare una così profonda influenza su tanti aspetti della vita, dell’arte, della cultura, del design e perfino della guerra. Un pregiato volume ricco di fotografie e approfondimenti, un’ode alla bellezza del Giappone.

Gavin Blair, Giappone. La vita in zen, ed. Nuinui”